Milano, 13 marzo 2018

In occasione del suo 50° anniversario, CIMM si affida al team Remigio Architects per trasformare uno spazio espositivo tradizionale in una vera e propria installazione che intende comunicare i valori distintivi dell’azienda attraverso vocabolari visivi e linguaggi artistici inusuali.

Lungo un sentiero sinusoidale che percorre l’intero spazio espositivo si sviluppano composizioni tridimensionali di vasi di espansione in sovrapposizione che condensano le forme totemiche di Ettore Sottsass con i tratti artistici pop di Jeff Koons ed i volumi morbidi delle sculture di Constantin Brancusi.

Ne derivano “oggetti d’arte” che ricordano la centralità del cliente attorno al quale ruota il mondo CIMM con i suoi standard tecnologici e qualitativi di eccellenza ed i suoi altissimi livelli di personalizzazione, sconfinando persino in nuove forme espressive e creative.